ACRONIA


Vai ai contenuti

Menu principale:


emergenza e ... dizionario 3000

e-book


dizionario 3000 e ... l'emergenza



E' un dato di fatto.


L'umanità vive una delle sue emergenze più gravi: da qualche decennio a questa parte.

Parecchi anni fa
il cinema ha proposto i suoi filoni catastrofici: immaginando un'umanità calata dentro, di qui a qualche decennio, ad un horror medieval-tecnologico che non lascia speranze.

Mi meraviglio che l'attuale situazione, molto più degradata, non produca un nuovo indirizzo cinematografico altrettanto cupo e terrificante.

Non mancano invece le
'profezie millenaristiche': buona ultima quella di Grillo-Casaleggio sulla terza guerra mondiale.

Tutto troppo facile e scontato.


Manca quasi del tutto la capacità di leggere la situazione.

Di guardare in faccia la realtà con disincanto e senza autoinganni.

Senza giaculatorie auto consolatorie.

Quasi mai, nei momenti di maggior pericolo, l'umanità è stata in grado di affrontare le emergenze che la insidiavano: quelle vere.

Quasi sempre l'umanità è andata bendata incontro alle catastrofi.

Voglio individuare con estrema chiarezza una delle contingenze che più influiscono sull'attuale crisi.

L'aumento abnorme della popolazione mondiale.


In realtà non dico niente di nuovo: è già stato chiaramente illustrato dal pastore anglicano
Thomas Robert Malthus nel 1798.

Malthus era un cultore di lingue classiche (latino e greco), laureato in matematica e illuminista.

Sì, Malthus, che è stato spesso additato come conservatore e reazionario, era in realtà amico personale di David Hume ed era in contatto con J.J. Rousseau.

Certo: ha condito la sua intuizione con notazioni poco condivisibili e l'ha appesantita con indicazioni francamente inaccettabili, almeno da noi.

Ma la constatazione di fondo (che l'aumento incontrollato di bocche da sfamare avrebbe portato ad un impoverimento generalizzato, nonché a conflitti e guerre) mi sembra difficilmente contestabile.

L'umanità si è riprodotta e si riproduce a ritmi insostenibili.

La Cina, che non riesce a sfamare tutti i suoi figli, li ha lanciati dovunque in giro per il mondo: adesso stanno 'invadendo' l'Africa creando conflitti sempre più violenti.

Le masse indiane sono sempre più povere: non resta loro che da seguire l'esempio dei cinesi.

Allora: anziché abbandonarci impotenti alle facili previsioni catastrofiche, solleviamo il problema, dibattiamolo, facciamolo diventare di attualità, manteniamolo sempre all'ordine del giorno e cerchiamo soluzioni praticabili ed efficaci.

Nel mio ultimo ebook (
'Dizionario 3000' di 'saltas'), lungi dall'abbandonarmi a facili quanto sterili profezie, ho gettato lo sguardo al di là del mio naso: ho affrontato i problemi e ho indicato soluzioni.

Non in forma di saggio, certo, ma come racconto ed esortazione.

Non a caso ho scelto uno stile più immediato e 'partecipato': per rendere la lettura più appassionante e facilitare così l'immedesimazione e la riflessione.

Lo trovate su Amazon, per il momento.

Prossimamente anche su altri store.



















il sito di Saltas (saltas@tiscali.it) | saltas@tiscali.it

Torna ai contenuti | Torna al menu