ACRONIA


Vai ai contenuti

Menu principale:


il serpente

2007-2010 > 2008 > STILLE


(27/01/2008)

L'Italia è come un serpente.

Un serpente che da qualche anno ha dimenticato di cambiar pelle.

Un serpente che adesso deve cambiar pelle.

Tenta disperatamente di farlo.

Ma non ci riesce.

Si struscia da tutte le parti, le pelli si lacerano ma non si staccano.

In realtà il serpente non se ne vorrebbe liberare.

Le pelli lo riscaldano e gli danno sicurezza.

Ma lo stanno soffocando.

Giorno dopo giorno sente avvicinarsi la morte.

Alcune parti del suo magnifico corpo sono già necrotizzate.

Non c'è più tempo.

Ma non sa decidersi.

Il suo destino è segnato.

Se avrà la forza di percorrere il sentiero che conosce,

quello stretto e irto di sporgenze e spuntoni,

si strapperà le pelli e si salverà.

Diversamente potrà crogiolarsi ancora un po',

mantenendo tutto il suo calore;

poi, senza saperlo, morirà.





















il sito di Saltas (saltas@tiscali.it) | saltas@tiscali.it

Torna ai contenuti | Torna al menu