ACRONIA


Vai ai contenuti

Menu principale:


quando ... allora

2011 > licenza


1 aprile 2011



quando ... allora ...



Quando


i bambini non saranno più imbarcati nottetempo e spediti per mare a cercare la vita da un'altra parte

allora sarà un altro mondo




Quando


la primavera finirà di essere, come ai tempi di Carlo Magno, la stagione delle guerre e diventerà finalmente quello che è, un inno alla vita

allora sarà un altro mondo



Quando


i presidenti americani, anche i migliori, non dovranno più per forza, nel corso del loro mandato, scatenare almeno una guerra sanguinosa

allora sarà un altro mondo



Quando


non saranno più gli gnomi, asserragliati nei loro sperduti fortini, a decidere la sorte di popoli e nazioni

allora sarà un altro mondo



Quando


la televisione non sarà più la casa della volgarità, della meschinità, degli imbrogli e delle bassezze ma diventerà il posto dove Natura e Umanità si incontrano per mostrarsi, semplicemente, come sono

allora sarà un altro mondo



Quando


i giovani potranno vivere serenamente le speranze, le aspettative, gli amori, i sentimenti e le passioni tipiche della loro età senza essere tormentati dal chiodo fisso della pensione

allora sarà un altro mondo



Quando


i governanti della Terra, per risolvere i conflitti, non penseranno più alla guerra né come ultima né come extrema ratio

allora sarà un altro mondo



Quando


gli anziani potranno guardare all'ultima parte della loro esistenza con serenità, senza l'insidia della miseria o l'assillo per la sorte dei loro discendenti

allora sarà un altro mondo



Quando


ciascun popolo sarà libero di sfruttare le proprie risorse e di decidere il proprio destino

allora sarà un altro mondo



Quando


le nazioni capiranno che l'aumento incontrollato della popolazione non costituisce una ricchezza ma è solo la strada più breve verso la miseria e le guerre

allora sarà un altro mondo



Quando


nessun popolo accetterà più di farsi schiavo per incrementare i patrimoni privati di chi è già ultra ricco

allora sarà un altro mondo



Quando


i bambini verranno al mondo per giocare e per darsi totalmente soltanto al mistero della vita

allora sarà un altro mondo



Quando


l'umanità si sarà liberata di coloro che la vogliono far correre, incessantemente, dentro la pista maledetta dell'aumento - della produzione, dei profitti, dei consumi, della procreazione, dei numeri e delle quantità -

allora sarà un altro mondo



Quando


il benessere non sarà più inteso come una realizzazione privata da conseguire a danno degli altri, o anche solo nonostante gli altri, ma diventerà una conquista comune

allora sarà un altro mondo



Quando


gli amministratori delle Religioni non pretenderanno più l'esclusiva e lasceranno che gli esseri umani vivano, nel rispetto reciproco, secondo i dettami della coscienza individuale

allora sarà un altro mondo



Quando


dovremo preoccuparci unicamente delle minacce che possono derivare dai movimenti della Natura e non più delle catastrofi costruite con le nostre stesse mani

allora sarà un altro mondo



Quando


ci si potrà muovere sulla faccia della Terra, senza paure né ossessioni, con l'agilità e la leggerezza delle farfalle, con l'unico obiettivo di conoscere e di farsi conoscere

allora sarà un altro mondo



Quando


tutti gli esseri umani avranno la certezza di trovare un aiuto nel momento del bisogno e della sofferenza

allora sarà un altro mondo



Quando


i giovani potranno sperare di poter un giorno realizzare pienamente la propria personalità e mettere quindi a frutto quanto appreso negli anni della formazione

allora sarà un altro mondo



Quando


presso il mucchio di cartoni che ricoprono il barbone morto di freddo ci saranno gli stessi taccuini e le stesse telecamere che sostano davanti all'ospedale del papa malato

allora sarà un altro mondo





















il sito di Saltas (saltas@tiscali.it) | saltas@tiscali.it

Torna ai contenuti | Torna al menu