ACRONIA


Vai ai contenuti

Menu principale:


sembrare ed essere

2007-2010 > 2008 > STILLE


(28/03/2008)


POLITICA

“Le assemblee parlamentari, escludendo le masse dall’esercizio del potere e usurpando la sovranità popolare a loro esclusivo vantaggio, sono diventate una barriera legalizzata tra il popolo e il potere.”

“Appartiene al diritto dei popoli proclamare un nuovo principio: Basta con i surrogati (i rappresentanti) del potere del popolo!”

“ La lotta tra i partiti per il potere non si differenzia in nulla dalla lotta delle tribù e delle sette per il potere ...
Per la società la lotta tra i partiti ha un effetto tanto nefasto e distruttivo quanto le lotte tribali.”

“ Attenendoci alla vera democrazia è ingiustificabile che una classe o un partito annienti tutti gli altri per i suoi propri interessi”.


SOCIALISMO

“La legge di natura è nei fatti il criterio, il referente e la sorgente unica che regola i rapporti umani.

Essa fa nascere un socialismo naturale fondato sull’uguaglianza di tutti coloro che concorrono alla produzione e assicura la distribuzione quasi egualitaria dei prodotti della natura tra gli individui.

Lo sfruttamento dell’uomo sull’uomo e la costituzione da parte di un individuo di una fortuna che va molto al di là dei suoi bisogni, costituiscono una alterazione della legge naturale e una minaccia di perversione e di devianza nella vita della società, quasi il segnale anticipatore di una società dello sfruttamento.”

“ L’abitazione è una necessità per l’uomo e per la sua famiglia.
Essa non deve appartenere ad altri che a lui.
Un uomo non è libero quando abita in una casa presa in affitto.”

“La terra non appartiene a nessuno. “

“Nella nuova società socialista, le disuguaglianze circa il possesso di ricchezze non sono tollerabili”.

“Colui che possiede la casa che voi abitate, la macchina sulla quale vi spostate e che assicura il salario per la vostra sussistenza, si appropria di fatto della vostra libertà o almeno di una parte di essa.
La libertà è indivisibile”.

“Per assicurare la propria felicità, l’uomo deve essere libero e non può esserlo se non essendo padrone dei propri bisogni”.


FAMIGLIA

“Per l’essere umano la famiglia è più importante dello Stato.”

“Una società felice è una società nella quale l’individuo si sviluppa naturalmente in seno alla famiglia”.

“Un individuo senza famiglia non ha esistenza sociale e se una società umana arriva al punto di far vivere un uomo senza famiglia, essa diventerà una società di vagabondi, in tutto e per tutto simili a delle piante artificiali”.


UOMO - DONNA

“La donna è un essere umano, l’uomo è un essere umano; non c’è in questo alcun dubbio.

Di conseguenza è del tutto evidente che l’uomo e la donna sono eguali.

Da questo punto di vista la discriminazione tra l’uomo e la donna è un atto di flagrante ingiustizia e ingiustificabile.”

“Dal punto di vista dei diritti dell’essere umano, non c’è differenza tra l’uomo e la donna, tra il bambino e l’adulto”.


NOTA


Politica:
le frasi si potrebbero ricondurre in parte a Rousseau in parte a qualche esponente contemporaneo dell'antipolitica.

Socialismo: alcune affermazioni sembrano del Marx giovane, quello dell'Ideologia tedesca, per esempio.

Famiglia:
le stesse parole le dicono i vescovi italiani e quelli che hanno partecipato al family day.

Uomo - donna:
c'è molto del movimento femminista in quelle espressioni.

Le frasi virgolettate sono tratte tutte da 'Le livre vert' di Moammar El Kadhafi.

Chi avrebbe mai pensato che Ghedaffi potesse concepire e scrivere certe cose?

Quanto sopra riportato coincide con l'immagine che noi abbiamo di Gheddafi?

Chi è Ghedaffi?

E' quello che sembra?

O non sembra quello che è?
















il sito di Saltas (saltas@tiscali.it) | saltas@tiscali.it

Torna ai contenuti | Torna al menu