ACRONIA


Vai ai contenuti

Menu principale:


Terra-Marte

2007-2010 > 2008 > COSTUME

21-27/07/2008


TERRA - MARTE


La notizia è in realtà due notizie:

# viaggi di turismo nello spazio;

# trasferimento dell'umanità, in massa, in un altro pianeta.

La Nasa si sta già attrezzando.

Anche la Russia ci sta pensando.

Perfino la Cina vuol entrare nel business.

Il nuovo Eldorado si chiama Marte.

Per il momento.

In attesa che, magari, non venga buono anche Titanio.

Pare che tra non molto ciò che stabilirà la differenza tra un ricco e un benestante sarà proprio il viaggio nello spazio.

Naturalmente ci sarà viaggiatore e viaggiatore.

Ci sarà chi potrà permettersi un solo giro intorno alla Terra.

Chi potrà allunare per qualche ora.

E chi, collocandosi al top, riuscirà ad arrivare persino su Marte.

Non è dato di capire che cosa andrà a fare questa gente nello spazio.

Oltre al fatto di mostrare la propria capacità di reddito.

Ce li possiamo già immaginare intervistati dalla televisione questi signori: 'oh, ah, uh, eh, eccezionale, incredibile, straordinario, sono senza parole...'


L'altro aspetto è forse ancora più interessante.

Qualcuno ha ipotizzato che gli esseri umani saranno spinti dai disastri ambientali ad abbandonare la Terra per tentare di sopravvivere su un altro pianeta.

Il candidato più probabile appare Marte ma non si escludono colpi di scena.

Nessuno può dire come si svolgeranno quegli eventi.

Si tratterà di un esodo in massa pericoloso ma tutto sommato pacifico, come il passaggio del Mar Rosso?

O ci sarà una vera e propria colonizzazione sul modello di quella spagnola del '500?

Potrebbe anche verificarsi un nuovo Far West.

Appare certo che, nel momento del pericolo, al ripetersi degli inquietanti e rumorosi scricchiolii, i primi a fuggire saranno gli uomini più potenti della terra.

Per primi se ne andranno i più ricchi, i più avidi, i più aggressivi e prepotenti; se ne andranno i politici, i capi della burocrazia e delle forze armate, tutte le persone di malaffare che con l'inganno e la violenza saranno riuscite ad accumulare ingenti fortune.

Sul vecchio e malandato pianeta resterà l'umanità degli umili, dei colti, degli artisti e dei diseredati: resteranno tutti coloro che da sempre hanno praticato, per amore o per forza, la solidarietà.

Nessuno può dirlo con certezza ma potrebbe verificarsi quell'evento eccezionale che la parte migliore dell'umanità ha sempre sognato senza mai riuscire a realizzarlo.

Un'umanità senza costrizioni né catene, dedita alla pace e al benessere generalizzato.

Basterebbe che la Terra, nonostante tutto, fosse in grado di riprendersi e di resistere.

E che il viaggio dei 'fortunati' verso gli altri lidi più sicuri fosse senza ritorno.


















il sito di Saltas (saltas@tiscali.it) | saltas@tiscali.it

Torna ai contenuti | Torna al menu